Maratonina del Collio – Capriva del Friuli

Oltre 450 gli iscritti a questa prima Mezza Maratona del 2017 in regione. Location dell’evento appena fuori dal LOGOcentro di questa località del goriziano. Un  serpentone multicolore ha fatto il primo giro di 3 km, prima di passare di nuovo al punto di partenza e arrivo; il percorso si snodava poi verso il confine con la Slovenia, passando anche attraverso i comuni di Mossa e San Lorenzo Isontino, con rettilinei e dolci salite e discese. Buona l’organizzazione, ristori senza grandi problemi, molti volontari sul percorso, insomma una bella gara e una bella giornata. Lo Sloveno Mitja Kreus ha messo i 431 atleti classificati dietro di sè in h.1.07.31, secondo l’Austriaco Michael Warld h.1.13.12 e terzo il Triestino dello Sportiamo Trieste Matteo Vecchiet in h.1.14.32. Teresa Montrone imagedell’Alteratletica Locorotondo non ha avuto avversarie con il tempo di h.1.21.03, seguita da Chiara Moras del Corro Ergo Sum Runners h.1.27.33 e Manuela D’Andrea della Podistica Cordenons h.1.29.25. La pattuglia dell’Atletica CUS Udine era composta da: Bruno Azzano che ha chiuso in h.1.27.27, Cristian Sandri h.1.28.27, Stefano Bellini h.1.28.50, Fabio Peresssutti h.1.30.31, Alessandra Candotti h.1.38.34, il trio Alessandro Lapenna, Denis Casarsa e Viliam Cosettini hanno chiuso in  h.1.45.20, Claudia Pozzi h.1.49.43, Ennio Cettolo h.1.49.46, Dino Colautti h.1.54.54, Claudia Coiutti h.1.57.38, Vittorio Bosco h.2.04.33 e Marina De Pieri h.2.10.13. Purtroppo ogni tanto si vedono anche delle scenette non proprio edificanti perchè certa gente non ha lo spirito di questi eventi o più precisamente le va bene solo quello che le interessa, il resto è nulla:  verso il 13° chilometro alcuni automobilisti protestavano in quanto la strada era chiusa, un volontario della protezione civile ha fatto loro notare che era prevista la chiusura  fino a mezzogiorno e una vigilessa  poco intelligente per non dire altro ha detto in malomodo: “e buonanotte e io stò quì fino a mezzogiorno!”. E io invece dico: le domande erano state inoltrate ai Comuni interessati e i Sindaci hanno dato il loro benestare, ai carabinieri e ai vigili urbani e soprattutto, ripeto, questa vigilessa è stata pagata per il servizio che le è stato assegnato. Altro atteggiamento che ho già fatto notare in altre occasioni:  lo speaker, passato il grosso dei partecipanti, ha lasciato come suo solito il microfono e sarà andato a mangiarsi una pasta e poi alle premiazioni. In tutti gli eventi il scommentatore o i commentatori, come a Reggio Emilia, aspettano fino all’ultimo atleta che giunge al traguardo.
Le classifiche su: www.tds-live.com