Non solo corsa, anche solidarietà

DSC02914Anche la seconda prova del Trofeo Provincia di Udine va in archivio. Location questa volta Campolongo al Torre, LOGOsempre nell’ambito della festa dell’Unità. Sotto una leggera pioggia e su un percorso che misurava poco meno di 5 km, misto asfalto sterrato, si sono dati battaglia 109 atleti. Ad avere la meglio è stato Alfred Ronoh della Dolomiti Belluno che ha chiuso in 0.15.07, alle sue spalle sono giunti Francesco Nadalutti del Malignani Udine 0.16.04 e Lorenzo Masi dello Jalmicco Corse 0.16.09 e poi via via tutti gli altri. In campo femminile dominio di Alionka Kornijenko dello Jalmicco Corse 0.19.23, davanti a Elena Cinca Jalmicco Corse 0.20.01 e Debora Doz del Fincantieri Atletica Monfalcone 0.20.15. La nostra Marina De Pieri  3° di categoria, al traguardo anche Gabriele Danesin, Ennio Cettolo e Vittorio Bosco.
Le classifiche su: www.polisportivatrattoriafriuli.com

Sabato pomeriggio a Paluzza si è corsa la 4° prova del Trofeo Michele Gortani con tutte le categorie impegnate su diverse distanze. Il  CUS Udine era presente con Marta Purinan nella categoria SF sulla distanza di 5490 metri, nella categoria AMA  Cristian Sandri, Fabio Peressutti e Gianclaudio Galluzzo hanno corso 8680 metri, Marco Musigh stessa distanza ma nella categoria AMB.
Le classifiche su: www.polisportivatrattoriafriuli.com

DSC02923Domenica mattina a San Nicolò di Manzano c’era una iniziativa insolita, una corsa/camminata di km 6-8-12 km a fondo benefico. Ben 1400 i podisti che hanno creduto in questa iniziativa, denominata “La corsa di Faby per Ilaria”. Ilaria è una bambina di Manzano, rimasta orfana in breve tempo di entrambi i genitori: la mamma  Fabiola Cantoni è mancata a 40 Anni il 27 Ottobre 2016 per un tumore, mentre il papà Eric Tuan era mancato 20 mesi prima per un infarto. Ora Ilaria è stata adottata dalla zia, sorella della mamma. Molte persone, saputo di questa iniziativa benefica, avevano già donato del denaro tramite Ramon Manganelli, organizzatore dell’evento e amico di Fabiola con la quale spesso usciva assieme a correre fino a quando il male le ha permesso di farlo. Quando si è accorta che ormai le rimaneva poco da vivere  ha lasciato dettoDSC02926 che il suo cardiofrequezimetro venisse regalato a Ramon. Così è stato, e da questo strumento è nata l’idea di questa iniziativa. La BCC di Manzano si è impegnata a pagare a Ilaria i libri di testo fino alla scuola dell’obbligo. Ma ci sono tante storie che si potrebbero raccontare di questa giornata, tanto per accennarne alcune: a San Nicolò c’era la RAI, l’evento è stato trasmesso sui TG di tutti e 3 i canali, doveva esserci anche Mediaset, ma per un problema l’operatore non ha potuto raggiungere questa località ma ha chiesto materiale per montare un servizio, oppure la storia di un signore che recatosi al banchetto per iscriversi ha voluto lasciare per il  cartellino 300 Euro. Potevano mancare gli atleti del CUS Udine? Certo DSC02925che no. Non eravamo in tanti, ma l’importante è che c’eravamo e con il nostro gesto abbiamo contribuito alla riuscita del progetto e di questo dobbiamo essere orgogliosi.

 

 

 

 

Non ho capito se con la staffetta di Lunedì a Tapogliano finisce una settimana sportiva  o ne inizia un’altra! Infatti si prosegue Mercoledì con la corsa “Aperitiglio” di Pavia di Udine e Giovedì con la staffetta del Gruagno.
Ma veniamo a Tapogliano con la 1° Corri a Tapogliano, staffetta 3×3400, inserita nel circuito “The Relay Race Challenge 2017” assieme a Jalmicco il  20 Luglio, a Flumignano il 24 Luglio e a Pozzuolo del Friuli il 4 Agosto.
Non mi ricordo di aver corso una staffetta tanto anomala quanto quella di Tapogliano, a parte i chilometri che  prima dovevano essere 3,200, poi 3,300, alla fine erano 3,400, percorso misto asfalto (poco)/sterrato (tanto)  con l’orrendo spettacolo dei giganteschi piloni della nuova linea elettrica Monfalcone/ Basiliano, ma la cosa più strana sono state le squadre:  delle 65 iscritte ben 34 erano miste, 7 femminili e 24 maschili. Nella classifica femminile vittoria per lo Jalmicco Corse con l’atleta di colore, tesserata FIDAL con l’Italcantieri Atletica Monfalcone e con lo Jalmicco CSI, Amina Bizmana che ha  completato il suo giro in 0.13.20, Elena Cinca, anche lei  0.13.20 e Alionka Kornijenko 0.12.59, tempo finale 0.39.39, la prima  squadra mista, ma con il miglior 19657156_1437239496358414_7240796433578856012_ntempo finale assoluto, era composta da Carlo Spinelli 0.11.18, e dai due atleti di colore Alfred Ronon 0.10.08 e Celestin Minorimbere 0.10.46, tempo finale 0.32.12, la migliore squadra maschile è stata quella dell’Atletica 2000 di Codroipo con Filippo Giavon 0.11.41, Denis Manazzone 0.11.34 e Edi Turco 0.12.05, tempo finale 0.35.20, migliori tempi individuai  Alionka e Alfred.
Presente il Cus con Ennio Cettolo, Vittorio Bosco e Marina De Pieri.
Le classifiche su: www.polisportivatrattoriafriuli.com